Cerca nel blog

giovedì 19 gennaio 2012

Preghiera...

Nel silenzio gridò il suo nome
il suo volto apparve tra le nuvole stanche di piangere
ed egli sorrise...nulla più separò l'amore che li unì.
ed ella si cullò beata,
 tra le parole dei silenzi
e le grida dell'anima.
Si prese il suo alito, alfine...
ed egli sorridendo rubò un colore all'arcobaleno,
un'ala al gabbiano e un respiro al vento.
Poi gettò in acqua i suoi gesti umani ch'eran pesanti.
Ora le parole non dette giacciono lì, 
protette dal mare.

8 commenti:

  1. "Parole non dette"...
    quanto ci precludiamo, limitando il nostro dire...
    e poi, se?
    e poi, ma?...
    inutile pensare poi...
    sereno divenire Costy...
    il film è molto bello...
    un abbraccio..
    dandelìon

    RispondiElimina
  2. Costy io non so nemmeno cosa scrivere. In questi giorni sono molto giù, senza un apparente motivo...
    Mi ricordo questo film, molto bello. Ti mando un abbraccio.
    ale

    RispondiElimina
  3. Purtroppo cara Dandelìon, siamo ammaestrati dalla vita che spesso ci blocca o forse ci dà troppo orgoglio. Succede..di non dire a chi ami quello che provi e poi quando è troppo tardi la vita è già volata via.
    Una dolce serata, Costy

    RispondiElimina
  4. Ale, un momento di stallo capita a tutti, a me capita spesso, ma nei silenzi si metabolizzano i sentimenti e sono quindi necessari.
    Tornerai a scrivere presto, non preoccuparti.
    Notte serena da Costy

    RispondiElimina
  5. Ciao Costy,ti abbraccio forte forte,
    parole che toccano dentro,alle volte sarebbe da urlare al mondo quello che si prova ma....
    Una goccia non diventa oceano ma due si fanno compagnia,buona serata cara amica.

    RispondiElimina
  6. ciao Achab, hai ragione non è facile ma siamo legati a gesti convenzionali e parole di circostanza e difficilmente ci lasciamo andare.
    Grazie le tue parole sono sempre molto gradite.

    RispondiElimina
  7. grazie doc...gentile come sempre. :)

    RispondiElimina