Cerca nel blog

mercoledì 18 maggio 2011

Sogni e Soprannaturale

Ti dono le ali...
 
Era novembre, il giorno al tramonto
le ombre scendevano a far compagnia
un signore pian pianino saliva
in su per la strada che porta al paese;
era piccolo, storpio senza troppe pretese,
mi chiese:” fanciulla è bella la quiete?”

Io mi feci in là, sorpresa di un sorriso a quel dir strano
non capii cosa volesse dirmi quell’uomo vestito di saio.

Egli mi guardò e con tenera dolcezza
allungò la sua mano facendomi una carezza

“Chi siete?” Io domandai
e lui chinò il capo e s’asciugò la fronte vergando lentamente:

“figlia mia, io son colui che tu aspetti da anni,
sono la risposta ai tuoi affanni,
sono vecchio ormai perché mi avevi dimenticato
ma finalmente son da te arrivato!”

“Io, mi spiace non la capisco!
non conosco nessuno in questo paese.
Son di passaggio e vo per la mia quiete
Son tante le tempeste, son tante le avventure
Che questo mio piccolo cuore ha dovuto affrontare”

“Figlia mia io t’aspettavo,
ho poggiato le stanche membra sul legno di una nave
Ho consumato i miei stivali lungo ogni sentiero
Ho raccolto la pioggia per dissetarmi
Ed ho lacerato le mie vesti perché nessuno derubasse il mio tesoro.
Son giunto da molto lontano perché tu mi hai chiamato!”

“Io? Ti ho chiamato?”

“Si, il tuo cuore carico di ogni bene ha aperto una strada di luce,
 il tuo spirito ha dissetato tanti occhi,
la tua parola ha cullato molte anime ed è giunta l’ora che ti dia il mio dono”

“Hai un dono per me, dolce signore?”

“Si, mia fanciulla leggiadra, il dono più atteso, tanto agoniato.

Ti dono le ali affinché tu spicchi il volo, in alto fino all’arcobaleno;
Ti dono i colori, tutti i più belli come ghirlande di fiori ti adornino i capelli;
ti dono il candore di una luce soffusa perché sia eterna candela
Ti dono la bellezza delle luna nel mare, l’essenza del respiro del mondo
Ti dono l’universo il più lontano, buio e profondo
E porgerò nel tuo grembo le stelle morte perché tu le accenda di nuova luce!


Costy novembre 2010

10 commenti:

  1. ....bellissima Costy...ho i brividi in tutto il corpo e le lacrime che salgono incontrollate...un sogno...sereno tramonto ..
    Dandelìon

    RispondiElimina
  2. Un bacio grande a te anima...e grazie ancora.
    Quando feci questo sogno capii che avevo ricevuto le mie ali per spiccare il volo nella terra dell'amore universale tanto osteggiato quanto non capito. Ma io resisto a i venti più impetuosi e risollevo il capo.

    RispondiElimina
  3. Ciao,Piacere di conoscerti,bellissimo testo,mi inchino alla tua bravura,complimenti,grazie delle emozioni.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  4. Sei gentile, Achab, sono una dilettante allo sbaraglio come si suol dire; ho descritto un mio sogno così come è stato... non ci si deve inchinare davanti a nessuno..siamo tutte anime che volano insieme..bello anche il tuo blog..con più calma prometto leggerò tutto.
    Grazie per i complimenti e benvenuto...

    RispondiElimina
  5. http://www.youtube.com/watch?v=pYbq4UoWIGk

    RispondiElimina
  6. Non ci sono parole......gli occhi potrebbero esprimere ma in questo mondo virtuale non è dato.....
    Ho letto e riletto, catturata dalle tue parole....dalla sensibilità dalla dolcezza.....
    Complimenti...ma è riduttivo...
    Un abbraccio Marta....
    se ti va vieni a trovarmi su www.sospiridelcuore.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. grazie Marta...ho dato un veloce sguardo ieri al tuo blog è mi ha già rapita..verrò ogni giorno perchè è davvero molto bello.
    Comunque ti ringrazio tantissimo per i complimenti che mi hai fatto è bello potersi scambiare emozioni.
    Serenità da Costy

    RispondiElimina
  8. Stavolta sarò io a ringraziarti leggendo i tuoi sogni, a rivivere sospiri ed emozioni, adesso sono io che ringrazio ad occhi chiusi te senza far rumore..
    grazie..
    Maurizio

    RispondiElimina